Patrick Hausding

Patrick Hausding annuncia il ritiro. Rinuncia ai campionati tedeschi e non ci sarà tra i grandi dei tuffi che si sfideranno dal 15 al 21 agosto a Roma. Chapeau per la sua carriera, ma resta il rammarico di non vederlo gareggiare al Foro Italico.

Il 33enne berlinese è il campione europeo dei record. La sua striscia di medaglie inizia con l’oro nel sincro a Eindhoven nel 2008. Nel 2010 a Budapest diventa il primo tuffatore a conquistare una medaglia in tutte e cinque le specialità (oro nel trampolino da 3m e nella piattaforma sincro, argento nel trampolino da 1m, nella piattaforma e nel trampolino sincro). Nel 2013 è campione del mondo nella piattaforma sincro a Barcellona. Ai campionati europei del 2014, nella sua città natale, firma una tripletta d’oro (trampolino 1m e 3m e sincro piattaforma), cui aggiunge un argento (trampolino sincro).

Hausding partecipa a quattro Olimpiadi e sale per tre volte sul podio. Nel 2008 a Pechino conquista la medaglia d’argento nel sincro piattaforma, nel 2016 il bronzo nella competizione individuale dai 3m: un risultato storico per la Germania, mai sul podio in una gara di tuffi a cinque cerchi in 104 anni. Infine, da portabandiera, è terzo posto nel trampolino 3m sincro a Tokyo 2021.

“Ho sempre detto che Tokyo sarebbe stata la mia ultima Olimpiade e già allora avevo in mentedi smettere – ha dichiarato Hausding nella conferenza stampa che si è tenuta prima dell’inizio dei Campionati internazionali estivi tedeschi di tuffi – Ho 33 anni e il mio corpo ne ha passate tante. Ho notato che negli ultimi anni ci è voluto sempre più tempo per arrivare al massimo della forma e che lo sforzo richiesto è aumentato. Non è solo molto impegnativo fisicamente, ma anche mentalmente. Una volta che sei stato al top, continui a fissarlo come obiettivo. Sai che vuoi farlo, ma non è comunque possibile. I miei standard sono sempre stati molto alti. Ma non devo più dimostrare niente a nessuno.”

Ora Hausding intende trascorrere più tempo con la sua famiglia e dedicarsi alla sua carriera professionale: è un insegnante di inglese e svolge anche lezioni di educazione fisica per i piccoli.

Ai Campionati Europei di Roma 2022 la corsa per il podio è ancora più aperta.

Foto DBM / L’uso delle fotografie è consentito solo ed unicamente a testate registrate per fini editoriali. Obbligatorio menzionare i credit.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email