Vai al contenuto
Giorni
Ore
Min
Sec
Giorni
Ore
Min

FESTIVAL DI NUOTO SINCRONIZZATO A VITERBO

Giornata di festa all’insegna dello sport e dell’inclusione sociale nella piscina comunale di Viterbo. La Federazione Italiana Nuoto e Roma 2022 hanno organizzato il festival del nuoto sincronizzato nell’ambito del progetto condiviso con la Regione Lazio “Lo sport per tutta la gente”: campagna di avvicinamento agli europei di Nuoto, in programma a Roma dall’11 al 21 agosto. L’evento, che si è tenuto nel pomeriggio di sabato davanti ad un folto pubblico, ha coinvolto importanti società laziali di nuoto sincronizzato e alcune realtà molto attive nei programmi sportivi per persone con autismo e con sindromi rare ad esso correlate.

Presente il coordinatore provinciale della Federnuoto Generoso Calisti e il direttore dell’impianto sportivo comunale di Viterbo Fabrizio Frascella. Tra le onlus attive nell’inclusione sociale erano presenti “Progetto Filippide”, “BluAliké asp” e “SIBAS” a fianco alle società “Matrix SSD”, “Villa York Sporting Club” ,“G-Sport Village” e “Rari Nantes Nomentano”.

Subito emozioni per la prima esibizione in programma di Carlotta Fratini nel solo. La giovane atleta della BluAliké con sindrome di autismo, dopo un primo momento di esitazione causato dall’emozione e grazie anche al supporto delle allenatrici Elisa Filardo, Alessia Lucchini e Camilla De Silva, si è lasciata andare eseguendo l’esercizio con grinta e coraggio regalando a tutti i presenti uno spettacolo avvincente e toccante. A seguire le altre atlete in programma si sono esibite nella prova individuale, negli esercizi di squadra e nel libero combinato. In chiusura medaglie per tutte le atlete partecipanti e targa per le società sportive. 

“E’ stata una giornata di sport e inclusione – sottolinea Calisti – In ogni impianto sportivo vediamo bambini normodotati che quotidianamente si allenano con bambini affetti da disabilità; vediamo come si aiutano nei piccoli gesti ed è bello constatare l’amicizia e l’empatia che si crea. Questa manifestazione ne è la prova e noi, a nome di tutta la Federazione Italiana Nuoto, vogliamo proseguire questo cammino di condivisione e inclusione nel nome dello sport”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email