Vai al contenuto
Giorni
Ore
Min
Sec
Giorni
Ore
Min

Roma 2022 e sostenibilità: Paltrinieri, il mare è una forma d’arte da tutelare

Il campione olimpico Gregorio Paltrinieri, tornato dalla World Series di Setubal (Portogallo) con un nuovo successo sulla 10km in acque libere, è uno dei volti di Roma 2022 che ha sempre dimostrato di avere a cuore le sorti dell’ambiente con il suo grande amore per il mare.
Il suo impegno per la tutela del pianeta sposa perfettamente uno dei pilastri fondamentali dell’organizzazione dei prossimi campionati europei delle discipline acquatiche della Capitale: sostenibilità e salvaguardia del mare e delle sue risorse sono infatti le chiavi su cui Roma 2022 intende costruire un evento che possa offrire la speranza di un futuro migliore per le nuove generazioni a partire da adesso.


Per l’atleta plurimedagliato, che con i suoi risultati ha tenuto alto il nome dell’Italia nel mondo del nuoto, “il mare è una forma d’arte” che va rispettata. “Quando nuoto mi sento un artista. Cerco di modellare l’acqua su di me e rendere la mia nuotata il più efficiente possibile. Nuotare in mare è la cosa più bella che ci sia. Libertà e bellezza – commenta il campione 27enne – sono le sensazioni che provo. Quando sono in mare, sono tranquillo come quando si guarda un’opera d’arte fatta bene. Quando vado in giro per il mondo, rimango estasiato dal bello. Per questo ho il massimo rispetto per l’ambiente. Nel nuoto in acque libere c’è molto inquinamento tra i bicchieri dei rifornimenti e i gel che usiamo. Non vedo perché dovremmo danneggiare i posti in cui andiamo. La cultura della tutela delle spiagge italiane si può diffondere anche semplicemente con il buonsenso. È fondamentale sensibilizzare la gente sull’importanza di mantenere pulite e ben conservate le incredibili coste che abbiamo sul nostro territorio. L’ambiente è un bene da custodire”.

Questa estate, per gli europei, Gregorio Paltrinieri sarà uno dei protagonisti più attesi nel mare di Ostia e anche nella piscina del Foro Italico. “Conosco bene questa piscina: ho gareggiato tante volte al Settecolli – prosegue il nuotatore azzurro – Quest’anno sarà ancora più emozionante nuotare nella piscina più bella del mondo. Per la prima volta disputerò una competizione internazionale di altissimo livello nel mio paese. Saranno gare bellissime, ci sarà il top del nuoto europeo. Sarà uno spettacolo. Roma ha sicuramente un posto più grande nel cuore quest’anno, essendo a casa con il tifo del nostro pubblico. Quando entri e senti che il tifo del pubblico è rivolto verso te e non agli altri, è qualcosa di incredibile. Sarà sicuramente una bellissima esperienza e non vedo l’ora. La preparazione procede bene. Gli europei arrivano alla fine del ciclo di allenamento, sono l’appuntamento dell’estate”.

“Penso che il nuoto di fondo possa essere conosciuto sempre di più in Italia e soprattutto che possa piacere alla gente – conclude Paltrinieri – Quando vai in mare ti rendi conto che ti dà qualcosa in più, un senso di libertà ed espressione che non sempre si ha in piscina. Anche grazie ai risultati che otteniamo, sarà sempre uno sport più popolare e praticato”.

Le gare di nuoto in piscina si svolgeranno presso lo stadio del Nuoto del Foro Italico dall’11 al 17 agosto, le gare di nuoto in acque libere a Ostia dal 18 al 21 agosto.

Foto DBM / L’uso delle fotografie è consentito solo ed unicamente a testate registrate per fini editoriali. Obbligatorio menzionare i credit.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email