Vai al contenuto
Giorni
Ore
Min
Sec
Giorni
Ore
Min

Il britannico Aidan Heslop vince per la prima volta la Red Bull Cliff Diving World Series Series a Boston

Inaugurata a Boston la Red Bull Cliff Diving World Series 2022, il circuito che porta in giro per il mondo i tuffi dalle grandi altezze. Il 4 giugno ventiquattro tuffatori professionisti, dodici donne e dodici uomini, hanno battezzato la tredicesima stagione dalle piattaforme (27 metri di altezza per la categoria maschile, 21 per la categoria femminile) costruite sopra il porto della città statunitense, di fronte all’Istituto di Arte Contemporanea.

Grande successo per i tuffatori europei nella categoria maschile. Il britannico Aidan Heslop conquista la prima vittoria della sua carriera nelle Red Bull Cliff Diving World Series. L’atleta ventenne, alla sua prima apparizione nel circuito, non solo si è imposto davanti al campione mondiale in carica Gary Hunt, ma i suoi tuffi hanno fatto registrare il record della manifestazione, con il punteggio più alto (462,50) nella storia. “È stata una giornata pazzesca – commenta Heslop – Poter competere con i migliori del mondo è un sogno. Ho seguito questo sport per tanto tempo, ora mi tuffo insieme ai miei idoli. È un lavoro duro, ma ne vale la pena”.

Il rumeno Catalin Preda con una spettacolare rimonta si aggiudica il terzo posto, anche lui alla sua prima volta come atleta permanente. Il suo connazionale e vicecampione mondiale dell’edizione 2021 Constantin Popovici, leader ad inizio gara, scende in classifica sugli ultimi salti e si classifica al decimo posto. Quarto l’italiano Alessandro De Rose.

Nel contingente internazionale femminile ci sono soltanto due europee, la tedesca Iris Schmidbauer e l’ucraina Antonina Vyshyvanova, classificatesi rispettivamente ottava e decima.

La prossima tappa della Red Bull Cliff Diving World Series sarà il 18 giugno a Parigi, per dare il via al tour delle capitali europee. Prima delle gare dei tuffi dalle grandi altezze agli Europei di Roma 2022, in programma dal 18 al 20 agosto, sarà il turno di Copenhagen (16 luglio) e Oslo (13 agosto).

Foto DBM / L’uso delle fotografie è consentito solo ed unicamente a testate registrate per fini editoriali. Obbligatorio menzionare i credit.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email