Vai al contenuto
Giorni
Ore
Min
Sec
Giorni
Ore
Min

Budapest 2022: Milak (HUN) si conferma il re dei 200 farfalla con il nuovo record mondiale

Dalla Duna Arena di Budapest arriva il secondo record mondiale. Con le tribune gremite per assistere allo spettacolo del beniamino di casa Kristof Milak nella gara dei 200 farfalla, il campione ungherese non ha deluso il proprio pubblico. Il nuotatore ventiduenne ha riscritto la storia vincendo la gara e realizzando il nuovo primato mondiale di 1:50.34. Milak ha frantumato il suo precedente record di 39 centesimi di secondo (1:50.73) siglato nella finale mondiale di Gwangju 2019.

“Volevo davvero questo record del mondo più di ogni altra cosa – afferma Milak – Il pubblico mi ha dato una spinta enorme. Questa è la mia casa, la mia piscina. Mi alleno qui, gareggio qui; la corsia quattro mi appartiene. Volevo davvero dimostrare qualcosa di grande per queste persone fantastiche. L’oro olimpico significa molto, ma vincere qui, con un nuovo record mondiale, davanti a 4000 persone, eclissa tutto”.

Alle sue spalle si piazza il francese Leon Marchand, che, dopo l’oro nei 400 misti, ha conquistato la sua seconda medaglia della manifestazione con un argento in 1:53.37, nuovo record francese e ottavo tempo assoluto.

Nicolò Martinenghi (ITA)
Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

È salito di nuovo sul podio anche l’italiano Nicolò Martinenghi, capace di guadagnarsi la medaglia d’argento (26.48), dopo il primo posto nei 100 rana, nei 50 della stessa specialità.

Florian Wellbrock (GER), Bobby Finke (USA), Mykhailo Romanchuk (UKR)
Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

L’azzurro Gregorio Paltrinieri non è invece riuscito a difendere il titolo del 2019 negli 800 stile libero, per lui solo la quarta piazza in 7:41.19. Al suo posto lo statunitente Bobby Finke, oro in 7:39.36, che è salito sul podio con il tedesco Florian Wellbrock, argento, e l’ucraino Mykhailo Romanchuk, bronzo. Entrambi i nuotatori europei hanno firmato i nuovi primati nazionali di 7:39.63 per la Germania e di 7:40.05 per l’Ucraina.

Arno Kamminga (NED)
Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Nella staffetta mista 4×100 misti l’Olanda di Kira Toussaint, Arno Kamminga, Nyls Korstanje, Marri Steenbergen ha agguantato il bronzo (3:41.54) in rimonta superando la Gran Bretagna e l’Italia che si sono fermate rispettivamente a 3:41.65 e 3:41.67. Per loro, la sfida continuerà agli Europei di Roma il 12 agosto allo Stadio del Nuoto del Foro Italico.

NUOTO SINCRONIZZATO

Squadra Italia
Photo Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

Alla piscina Szechy outdoor della capitale magiara, l’Italia è di bronzo anche nel programma di squadra tecnico dopo quello conquistato nel libero combinato. I giudici hanno valutato l’esibizione di Domiziana Cavanna, Linda Cerruti, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, Gemma Galli, Marta Iacoacci, Marta Murru ed Enrica Piccoli con un punteggio di 91.0191. Primo posto per la Cina con una performance da 94.7202 punti e secondo per il Giappone con 92.2261.

Foto DBM / Inside L’uso delle fotografie è consentito solo ed unicamente a testate registrate per fini editoriali. Obbligatorio menzionare i credit.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email